Si è svolto al Villaggio della Speranza il Dopo di Noi Onlus il convegno dal titolo Persone con disabilità e comunità Cristiane: “Pratiche Buone di reciprocità educative”.

Il convegno presieduto da Monsignor Guglielmo Giombanco Vescovo di Patti organizzato in maniera sinodale dagli Uffici Catechistico, diretto da Don Pio Sirna, Liturgico, diretto da don Nino Carcione, Caritativo, diretto da Don Leonardo Maimone e dalla Commissione di Laici per le persone con disabilità, guidata dal Dott. Antonino Zampino, ha visto la partecipazione di 151 persone: Famiglie, persone con disabilità sensoriale, motoria, intellettiva, psichica; sacerdoti; suore; insegnanti di religione e catechisti parrocchiali.

Dopo la preghiera e l’introduzione di Mons. Giombanco è stata presentata la mappatura delle persone con disabilità che abitano le singole parrocchie della diocesi presentata dal Dott. Zampino e frutto del lavoro di ricerca e rilevazione iniziata ad Ottobre 2017 e conclusasi a Giugno 2018. Tutto ciò per rendere un servizio alla comunità cristiana e agli operatori pastorali al fine di mettere al centro “la Persona” unica ed irripetibile, fatta a immagine e somiglianza di Dio, e dono per tutti.

Giorno 5 Luglio, Suor Veronica Donatello, responsabile dell’Ufficio Catechistico Nazionale per le persone Disabili della Conferenza Episcopale Italiana, ha magistralmente relazionato sui temi: “La Comunità Cristiana Accoglie, Accompagna e include le persone disabili”; “Le persone disabili risorsa educativa per la comunità”.

Giorno 6 Luglio, Suor Veronica ha incontrato i parroci della Diocesi per elaborare alcune azioni pastorali condivise come preparazione ai sacramenti, confessione e relazione con le famiglie disabili della parrocchia.

Nel pomeriggio la compagnia teatrale dell’Anffas Onlus Patti ha presentato lo spettacolo “Mary Poppins…Tutti Insieme!”. L’esperienza di teatro inclusivo coinvolgente persone disabili, operatori, tirocinanti, volontari, giovani del territorio è stata presentata dalla Dott.ssa Anna Zampino che ha sottolineato l’importanza delle relazioni tra genitori e figli, tra marito e moglie, tra amici e persone che vivono insieme. Il pubblico ha tributato un’ovazione continua all’esibizione degli attori partecipando con entusiasmo a tutti i momenti dello spettacolo. Anche Sua Eccellenza Mons. Giombanco alla fine dello spettacolo ha voluto complimentarsi con i ragazzi sottolineando come il loro messaggio “Amare Donando” a partire dalla famiglia e dalle comunità parrocchiali e dalle associazioni porta a non essere chiusi nelle proprie roccaforti, nel proprio egoismo, ma ad andare verso l’altro con spirito di servizio.

Dopo la rappresentazione teatrale si sono riuniti i gruppi di lavoro esperienziali guidati dalla Prof.ssa Marilena Cattaino per le persone sorde, dalla Dott.ssa Simona Ceraolo per le persone cieche, dall’insegnante Lina Papa per le persone con disabilità motoria, dalla Dott.ssa Anna Zampino per le persone con disabilità intellettiva e/o relazionale.

Dopo la condivisione dei suggerimenti emersi nei gruppi e le conclusioni di Suor Veronica, Don Basilio Rinaudo Vicario generale della Diocesi ha consegnato a conclusione di una liturgia della parola a tutti i partecipanti una croce in legno con la scritta incisa “Vivere Donando” segno dell’impegno di ciascun partecipante a costruire una comunità in cui il Dono di sè agli altri sia la caratteristica giornaliera di ogni Cristiano.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.