EVENTO FINALE “OLTRE L’ARTE” NELLA SPECIALE LOCATION DEL VILLAGGIO DELLA SPERANZA

Grande partecipazione all’evento finale del progetto Oltre l’Arte: interventi di valorizzazione del progetto di vita della persona con disabiltà, oltre 400 i partecipanti.

Erano presenti i ragazzi e le famiglie dell’Anffas Onlus di Patti, le autorità locali tra cui i Sindaci di Patti, San Piero Patti e Montagnareale, il vice sindaco di Librizzi, la dirigente del distretto socio-sanitario D30, il presidente del consiglio comunale di Castel di Lucio Pippo Nobile, il dirigente dell’istituto comprensivo Gioiosa Marea Prof. Zingales, le Anffas di Modica, Favara, Palazzolo Acreide, Messina e Palermo ed il presidente regionale Anffas Pippo Giardina, nonchè mons. Giovanni Orlando, don Leonardo Maimone, padre Pippo Gaglio, padre Nino Gregorio, padre Michele Giordano, padre Damiano Amato, padre Bettino Mancuso, il presidente Nino Faraci e gli amici dell’Azione Cattolica della Diocesi di Patti, la referente dell’ufficio pastorale disabili di Palermo Rosa Buzzi, il dott. Pietro Materia di Cittanza Attiva, i rappresentanti dell’AVULS, dell’ACOS e dell’AMCI, del Rotary, dell’Unitalsi, Movimento per la Vita, Pastorale Familare e tanti altri amici dell’associazione.

Una location indimenticabile in quanto il Presidente Nino Zampino ha fortemente voluto che l’evento si realizzasse presso il Villaggio della Speranza Dopo di Noi e nelle settimane antecedenti al convegno ha mobilitato volontari, familiari e Ditte per organizzare al meglio l’accoglienza.dei partecipanti.

L’evento ha avuto inizio con la Celebrazione Eucaristica in segno di ringraziamento per l’anno sociale trascorso ed il progetto concluso.

Dopo i saluti delle autorità, i risultati delle attività progettuali sono stati presentati proprio da alcuni dei protagonisti coordinati dalla dott.ssa Anna Zampino, progettista e responsabile del progetto Oltre L’Arte che è stato co- finanziato dall’Assessorato della Famiglia, delle Politiche Sociali e del Lavoro- Dipartimento della Famiglia e delle Politiche Sociali.

Piergiorgio Zampino ha relazionato sull’intervento inerente l’area affettivo-relazionale arricchendo la sua presentazione con la spontaneità e la simpatia che lo caratterizza.

Teodoro Calabria ha illustrato il percorso artistico e di ceramica spiegando con accuratezza e competenza anche le tecniche utilizzate e le fasi della decorazione.

Il percorso di Musicoterapia e di Danza sono stati spiegati da Peppe Traviglia che ha superato l’emozione iniziale e ha fatto una brillante presentazione.

Infine il percorso teatrale è stato illustrato dal più piccolo del gruppo Matteo Giuppa che ha preannunciato che a breve l’Anffas di Patti metterà in scena Mary Poppins dove il giovane attore interpreterà, non a caso, un ragazzino molto vivace.

Subito dopo il ciak, la presentazione in anteprima del cortometraggio realizzato dai ragazzi dell’Anffas di Patti con la regia di Anna Zampino, Andrea Maraffa e Graziella Costantino e il supporto al backstage di Nunzio Zampino.

Momenti di commozione in sala e grande apprezzamento per il corto che, attraverso la quotidianità dei ragazzi del Centro, si propone di testimoniare valori, aspettative, speranze…vita!

L’evento si è concluso con la relazione del presidente Zampino sui 20 anni di Anffas Patti accompagnata dalla proiezione di un video che attraverso gli scatti più significativi ha ripercorso il cammino associativo che nel tempo ha contribuito a favorire l’inclusione delle persone con disabilità, promuoverne una migliore qualità della vita e sensibilizzare il territorio all’idea che la diversità è una ricchezza da valorizzare.

A seguire un momento di socialità e un rinfresco per i partecipanti che hanno mostrato interesse, attiva partecipazione e vicinanza all’Anffas di Patti e hanno apprezzato i quadri, le ceramiche, i lavori in pasta di sale e tutti gli altri capolavori realizzati durante il progetto.

Categorie: Oltre l'Arte

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.