"La speranza è come una strada di campagna, non c'è mai stata strada. Ma quando molta gente cammina insieme una strada comincia ad esistere"

 

Conclusione attività estive del Centro Diurno

La S.V. è invitata giorno 29 luglio 2011 alle ore 17.00 presso il lido Villaggio della Speranza Dopo di Noi Onlus sito in Gioiosa Marea, contrada Villa Ridente per la conclusione delle attività estive del Centro Diurno per persone con disabilità intellettiva e/o relazionale dell'Anffas Onlus di Patti

Il programma prevede:

Saluto delle Autorità

ore 17.00 Relazione della Dott.ssa Anna Zampino sull'attività del Centro Diurno 2010-2011.

ore 17.10 Premiazione dei partecipanti ai "Giochi senza barriere"

ore 17.15 Consegna da parte dell'Avv. Antonio Amata dei fondi raccolti nell'ambito dell'iniziativa promossa dal Distretto Leo 108 Yb Sicilia per la realizzazione di un laboratorio artigianale all'interno del costruendo Centro Villaggio della Speranza

ore 17.45 Relazione sull'attuale stato dei lavori per la costruzione del Dopo di Noi Prof.ssa Cettina Rubino (vice presidente della Fondazione)

ore 18.00 S.Messa celebrata da Mons.Giovanni Orlando - Vicario generale della Diocesi di Patti

ore 19.00 Conclusioni del Dott.Antonino Zampino Presidente Anffas Onlus Patti

Alla fine a tutti gli intervenuti sarà offerto un rinfresco.

Nella speranza di poter trascorrere con tutti Voi un piacevole momento, porgo cordiali saluti.

Dott.Antonino Zampino
Presidente Anffas Onlus Patti
 

Si può fare...?!

si_puo_fare_anffas_patti
   

news INACCETTABILE LA NUOVA DISCRIMINAZIONE DEGLI STUDENTI CON DISABILITA’

FREQUENZA SCOLASTICA DEGLI ALUNNI OVER 18 IN SICILIA: INACCETTABILE LA NUOVA DISCRIMINAZIONE DEGLI STUDENTI CON DISABILITA’

In seguito alla decisione dell'Ufficio Scolastico Provinciale di Palermo che ha imposto ai Dirigenti Scolastici di revocare le iscrizioni e la frequenza degli alunni ultradiciottenni con disabilità alle scuole secondarie superiori, Anffas Onlus Sicilia, unitamente ad Anffas Onlus Nazionale, ha deciso di rivolgersi direttamente al Dirigente di tale Ufficio ed alla Direzione Regionale Sicilia, richiedendo l’annullamento, in via di autotutela, del provvedimento, sulla base di solide motivazioni legali, al fine di tutelare gli studenti con disabilità e le loro famiglie.

“La decisione dell’Ufficio Scolastico Provinciale di Palermo è inaccettabile” afferma Roberto Speziale, Presidente Nazionale Anffas Onlus “stiamo assistendo ad una nuova discriminazione in ambito scolastico che nega un diritto fondamentale ai ragazzi con disabilità e che con il passare del tempo sta assumendo anche carattere nazionale” continua il Presidente: “Sono molte infatti, le segnalazioni di vicende simili accadute in altre zone del paese e, considerata quindi la gravità della situazione, Anffas Onlus si è rivolta anche al Miur, chiedendo una presa in carico della questione che, auspichiamo, possa essere risolta in breve tempo”.

“Questa situazione sta creando forti disagi a moltissime famiglie e rappresenta una palese violazione dei diritti dei ragazzi coinvolti a cui non possiamo restare indifferenti” dichiara Gabriella D’Acquisto, Presidente Anffas Sicilia, “Le disposizioni non trovano solido fondamento in un sistema scolastico inclusivo come quello che dovrebbe essere garantito a tutti gli studenti con più di 18 anni, non solo a quelli con disabilità. Quello che ci auguriamo è che ci si renda conto del disagio e della stigmatizzazione creati e che si faccia un passo indietro”.

Le parole dei rappresentanti Anffas poggiano su reali e concreti assunti legislativi.

L’art. 1 comma 622 della L. 296/06, infatti, stabilisce che “L'istruzione impartita per almeno dieci anni è obbligatoria ed è finalizzata a consentire il conseguimento di un titolo di studio di scuola secondaria superiore o di una qualifica professionale di durata almeno triennale entro il diciottesimo anno di età” e se quindi si dovesse dedurre un possibile divieto ad accogliere nell’istituzione scolastica pubblica alunni che abbiano compiuto18 anni, questo divieto dovrebbe essere applicato in modo generale ed astratto, quindi verso tutti gli alunni frequentanti e non solo a discapito degli alunni con disabilità.

Anffas Onlus, inoltre, sottolinea che l’art. 14 della l. 104/92 prevede che gli alunni con disabilità possano ripetere fino a tre volte la stessa classe, un assunto che rende quindi potenzialmente possibile che alcuni alunni possano maturare il 18° anno di età dovendo ancora completare il percorso di studi.

La nota amministrativa dell’Ufficio Scolastico Provinciale di Palermo sta così creando una grave disparità di trattamento, contrastando anche con quanto indicato nelle Linee Guida Ministeriali sull’integrazione scolastica delle persone con disabilità, emanate il 4 Agosto 2009, che prevedono comunque come normale una frequenza almeno fino al 21° anno di età.

Recentemente è giunta una prima e parziale risposta sulla questione da parte del dott. Leone, dirigente dell’Ufficio Scolastico Provinciale di Palermo, che tuttavia Anffas Onlus non ritiene soddisfacente e chiarificatrice e chiede pertanto l’intervento degli organi superiori per ripristinare il rispetto delle normative vigenti in materia.

L’Associazione auspica quindi una rapida conclusione della spiacevole vicenda, nel rispetto dei diritti degli studenti con disabilità che con impegno e sacrificio hanno raggiunto il traguardo del passaggio all’istruzione superiore.

Roma, 12 luglio 2011

   

"Oltre le barriere"

ippo01Si è concluso lunedì 4/7/2011 il progetto "Oltre le barriere", organizzato dal  Rotary Club di Patti.

"Oltre le barriere" è il primo percorso sperimentale di attività“socio-educativa equestre”, ovvero l’insieme di quelle tecniche che sfruttando in vario modo il rapporto che si instaura tra la persona  e il cavallo, secondo un programma specifico, determinano un miglioramento della disabilità .

L'obiettivo ha proposto l'integrazione nella società la persona disabile tramite il cavallo, attività definita “generalmente” ippoterapia.

L’attività di rieducazione equestre si è svolta due volte la settimana  presso il maneggio “ Ranch River “ situato in località Contrada Olmo,1 a Patti (ME), ed ha coinvolto 4 ragazzi dell'Anffas Onlus di Patti.

ippo02Iniziato nel mese di maggio, il progetto, promosso dal Prof. Corrado Fugà presidente del Rotary Club di Patti -Terra del Tindari e coordinato per l’area peloritana dalla dott.ssa Nella Rucci (Presidente del Rotary Club “Barcellona Pozzo di Gotto”), si inquadra nell’ambito dell’attività del Rotary Club prevista per l’anno rotariano 2010-2011, avendo nello specifico quali obiettivi primari la riabilitazione globale della persona in luogo aperto e la socializzazione delle persone con disabilità con le persone normodotate. 

ippo03Il metodo  applicato vede al centro del percorso di sostegno alla persona disabile il cavallo quale mezzo di abilitazione ricreativa e sportiva. Il fine è una riabilitazione non di tipo medico  ma  “sociale”. La persona disabile trarrà vantaggi motori e psichici, raggiungendo una più completa autonomia personale e sociale.

   

news MANIFESTAZIONE NAZIONALE, ANCHE ANFFAS ONLUS IN PIAZZA PER DIRE: “BASTA TAGLI, ORA DIRITTI!”

COMUNICATO STAMPA

Anffas Onlus

Associazione Nazionale Famiglie di Persone con Disabilità Intelletiva e/o Relazionale

MANIFESTAZIONE NAZIONALE, ANCHE ANFFAS ONLUS IN PIAZZA PER DIRE: “BASTA TAGLI, ORA DIRITTI!”

GIOVEDI’ 23 GIUGNO ALLE ORE 11 ANFFAS ONLUS SARA’ IN PIAZZA MONTECITORIO A ROMA PER RIVENDICARE I DIRITTI DELLE PERSONE CON DISABILITA’ E DELLE LORO FAMIGLIE

Ci sarà anche Anffas Onlus – Associazione Nazionale di Persone con Disabilità Intellettiva e Relazionale, giovedì 23 p.v. dalle 11 alle 15 in Piazza Montecitorio a Roma a rivendicare quei diritti che da ormai troppo tempo sono calpestati attraverso costanti tagli alle risorse destinate alle persone con disabilità ed ai loro genitori e familiari, una situazione che sta portando all’esasperazione le nostre famiglie e quanti operano, collaborano e lavorano insieme a loro e che per tale motivo, come Associazione nazionale, non siamo più disposti a tollerare.

Queste le dichiarazioni del Presidente Nazionale di Anffas Onlus, Roberto Speziale: “La situazione non è più tollerabile e non siamo più disposti a rimanere in silenzio di fronte a questo stato di cose. La manifestazione di giovedì sarà solo la prima di tante in cui saremo protagonisti attivi, non solo come sede nazionale ma anche a livello regionale e locale”.

Conclude: “Questa nella capitale, infatti, non è l’unica mobilitazione che si sta svolgendo: sempre in questi giorni e settimane moltissime altre persone, comprese le persone con disabilità intellettiva e/o relazionale di cui la nostra Associazione si prende cura e carico, si stanno muovendo con le strutture Anffas regionali, in coordinamento le realtà locali di Fish Onlus, attraverso presidi davanti a sedi istituzionali come Prefetture o Regioni ”.

Anffas Onlus aderisce così alla grande manifestazione nazionale indetta dal Forum del Terzo Settore e dalle Associazioni aderenti alla campagna “I diritti alzano la voce” per dire basta alla liquidazione del welfare italiano e alla distruzione della sussidiarietà che con fatica si era riusciti a costruire nel corso degli anni in Italia e che sembra destinata a non migliorare.

A partire dal 2012, infatti, la cancellazione progressiva del Fondo per le politiche sociali e del Fondo per la non autosufficienza - quest’ultimo abrogato nel 2011 e senza previsione di ripristino - priverà di ogni assistenza il 20% delle persone con disabilità al Nord, il 30% al Centro e il 50% al Sud.

Sempre dal prossimo anno, inoltre, il Fondo per il diritto al lavoro delle persone con disabilità (L. 68/99) sarà tagliato del 75% e la riduzione delle risorse sulla scuola sarà causa di rinnovati gravi disagi per gli studenti con disabilità.

Già nel maggio scorso, inoltre, Anffas Onlus aveva proclamato, anche ad ulteriore sostegno della mozione generale approvata dal Congresso FISH nel marzo scorso, lo stato di crisi nazionale sulle politiche per le persone con disabilità e loro famiglie in Italia, istituendo anche delle unità di crisi a livello nazionale, regionale e locale con conseguente stato di mobilitazione, e inviando a tutti gli organi ed i rappresentanti politici e istituzionali una mozione, approvata dall’Assemblea Nazionale dell’Associazione svoltasi a maggio, in cui si richiedeva:

- il ripristino delle risorse a favore delle persone con disabilità e delle loro famiglie, a partire dal Fondo Nazionale sulle Politiche Sociali e dal Fondo Nazionale sulla non autosufficienza, nonché di quelle necessarie a livello regionale e locale

- la revisione dei livelli essenziali sanitari e sociosanitari fissati nel 2001 riaprendo la discussione sul testo approvato nel 2008 e la definizione dei livelli essenziali delle prestazioni sociali, già a suo tempo indicati dalla L.328/2000, e aggiornando il dibattito sul concetto di “livello essenziale” alla luce dei nuovi paradigmi e concetti introdotti dalla Convenzione ONU

- la predisposizione, da parte dello Stato e delle Regioni di indicazioni programmatiche pluriennali in materia di politiche rivolte alle persone con disabilità

- l’omogeneizzazione a livello nazionale dei criteri di compartecipazione al costo dei servizi nel rispetto del principio dell’evidenziazione della situazione economica del solo assistito e del contributo economico simbolico e sostenibile

- la revisione del sistema degli accertamenti dell’invalidità civile, stato di handicap e disabilità come previsto dall’art. 24 della L. 328/00 e la rivisitazione del piano straordinario delle visite con la consultazione delle Associazioni al fine di individuare le strategie per migliorare il sistema

- il ripristino dei pagamenti delle prestazioni senza alcun ritardo per la gestione dei servizi

- la convocazione urgente dei rappresentanti dell’Associazione da parte delle Istituzioni preposte a livello nazionale, regionale e locale al fine di essere ascoltati sui punti sopra indicati.

Roma, 21 giugno 2011

   

News Inaugurazione reparto di odontoiatria speciale riabilitativa

Giorno 20 giugno 2011 alle ore 17:00 si inaugura il nuovo reparto di odontoiatria speciale riabilitativa nel paziente disabile presso il Presidio Ospedaliero Ferrerotto di Catania.

L'attività è rivolta ai disabili pischici o psico-fisicici e affatti da patologie psichiatriche non collaboranti che necessitano di cure odontoiatriche attuabili solo in ricovero breve e Anestesia generale.

Vuole offrire al cittadino la possibilità di fruite di cure odontoiatriche con finalità riabilitative e non demolitive. Questo rappresenta per tali Cittadini una occasione per essere uguali agli altri rispetto al “bene salute” e abbattere una delle tante barriere che li affliggono.

 

Dott. Armando Giacalone,

direttore genereale dell'Azienda Ospedaliera- Universitria Policlino V. Emanuele di Catiana.

 

P.O. Ferrarotto, Via Citelli, 19 – 95124 Catania

tel: 095 743 6183 fax: 095 743 6185

http://www.ao-ve.it

email: Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.

   

News Comunicato stampa On. Prof. Vincenzo Vinciullo

Repubblica Italiana

Assemblea Regionale Siciliana

__________________

Vice Presidente della Commissione  “Affari Istituzionali”

Segretario della Commissione  “Servizi Sociali e Sanitari”

Componente della Commissione  “Verifica dei Poteri”

Componente della  Commissione “Per la Qualità della Legislazione”

On. Prof. Vincenzo Vinciullo

COMUNICATO STAMPA

VINCIULLO: Approvato O.d.G. a favore

dei soggetti diversamente abili

Palermo, 14 giugno 2011 – L’Ars ha approvato l’O.d.G. 563 dell’On. Vincenzo Vinciullo, con il quale si chiede l’applicazione, anche in Sicilia, dell’art. 14 della L. 328/2000, che prevede la necessità di poter aiutare i soggetti diversamente abili ad inserirsi nel contesto sociale di riferimento superando tutte le barriere, soprattutto di ordine economico.

Con questo O.d.G. – spiega l’On. Vinciullo, Segretario della Commissione “Servizi Sociali e Sanitari” – il Governo regionale è stato impegnato ad emanare una circolare esplicativa e vincolante per dare definitiva applicazione, in Sicilia, all’art. 14 ed evitare, di conseguenze, abusi e disparità di trattamento.

Con questo provvedimento – ha concluso l’On. Vinciullo – tutti i soggetti diversamente abili siciliani saranno equiparati a quelli del resto del Paese e avranno gli stessi diritti di coloro che abitano oltre lo Stretto.

   

VII Evento interregionale "Accorciamo le distanze!" - Palermo

Sabato 18 giugno 2011 si terrà a Palermo c/o l'Albergo Mediterraneo, via Rosolino Pilo n.44, l'Evento formativo interregionale - rivolto alle strutture della CALABRIA e SICILIA del progetto "Accorciamo le distanze!".

Ricordiamo che tale iniziativa progettuale è volta a realizzare un percorso di promozione, semplificazione ed assimilazione dei contenuti e del testo della Convenzione ONU sui diritti delle persone con disabilità (CRPD).

L'evento formativo della durata di una giornata consentirà di studiare ed approfondire i contenuti ed i principi della CRPD attraverso l'analisi dell'attuale situazione applicativa nel nostro paese.

PROGRAMMADEI LAVORI
9.30 INIZIO LAVORI
9.30 – 12.00 Diritti umani - Convenzione ONU sui diritti delle persone con disabilità (CRPD) – pensiero Anffas: i principi generali
12.00 – 13.00 Convenzione ONU sui diritti delle persone con disabilità (CRPD): approfondimento area tematica Manuale facilitato (art. 24, istruzione; art. 27 lavoro; art. 28, adeguati livelli di vita e protezione sociale)
13.00 - 14.00 Pausa pranzo
14.00 - 17.00 Workshop: elaborazione proposte di miglioramento per attuazione CRPD in Italia
17.00 FINE LAVORI

   

News Il Gobbo di Notre Dame

Giorno 12 Giugno 2011 alle ore 19.00, presso il Cineforum Comunale di Castell'Umberto, i ragazzi dell'Anffas Onlus Patti sono lieti di invitarvi alla rappresentazione de

"Il Gobbo di Notre Dame"

   

Come contribuire per realizzare il "Dopo di Noi"

  

iniziati gli scavi per le fondamenta

vai alla gallery

   
   

Pagina 33 di 38

Copyright © 2010 Anffas Onlus di Patti. Tutti i diritti riservati.
Anffas Onlus Patti - via Luca della Robbia, 129 - 98066 Patti (ME) - CF 94007830832
mail to: webmaster
Joomla! è un software libero rilasciato sotto licenza GNU/GPL.